BUONE FESTE… E BUONE COSE PURE A SEGUIRE

Sono trascorsi 90 giorni dalla conclusione del Festival per le Città Accessibili a Foligno e siamo in dirittura di arrivo anche per questo 2016 mentre ci prepariamo ad un 2017, almeno anagraficamente, certamente nuovo.

Attivi perché nuova e rinnovata sia anche l’attenzione all’accessibilità per tutte le persone, per conto nostro l’invito a disseminare “norme e politiche per l’accessibilità, esperienze di progettazione partecipata, studi e ricerche, realizzazioni di spazi pubblici e privati, ma anche ausili e tecnologie, campagne di sensibilizzazione e progetti per la fruibilità di beni culturali, architettonici e ambientali”.

C’è tempo mesi due più una manciata di giorni (scadenza fine febbraio) per mettere in bell’ordine testi e immagini per presentare “la vostra” buona pratica per le città accessibili al Call for Papers lanciato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica.

Il vostro “papers”, proposto in un unico file editabile, dovrà prevedere (qui http://www.inu.it/?dl_id=7736 le indicazioni in esteso del format) titolo e sottotitolo (max 150 caratteri), descrizione (max 3000 caratteri ) e sarà pubblicato (salvo valutazione di una commissione tecnica) in occasione della “Biennale dello Spazio Pubblico” http://www.biennalespaziopubblico.it/ dal 25 al 27 maggio 2017, sede di Architettura di Roma Tre (ex Mattatoio).

Una selezione delle esperienze valutate più significative sarà oggetto dell’incontro “Buone pratiche delle città accessibili a tutti. Esperienze inclusive e prospettive in Italia”, sempre nell’ambito della Biennale dello spazio Pubblico a Roma e saranno pubblicate in Urbanistica Informazioni http://www.urbanisticainformazioni.it/, rivista online fondata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica.

Sul sito dell’INU ulteriori indicazioni http://www.inu.it/?dl_id=7736 e se volete documentarvi le relazioni al Festival per le Città Accessibili, l’intervista al coordinatore del progetto “Città Accessibili a Tutti” Iginio Rossi https://youtu.be/QuG6KDKPq_A e il contributo della presidente Silvia Viviani http://www.inu.it/wp-content/uploads/sv_citta_accessibili.pdf. In rete anche le versioni in LIS di tutti gli interventi al FCA di Foligno https://www.youtube.com/watch?v=EIssomxmwsM&t=1881s (10 volumi/registrazioni).

Per parte nostra abbiamo pubblicato due edizione del magazine “Andare ovunque”, distribuito nel circuito commerciale del centro storico di Foligno e il volume “Rottamiamo le barriere”. Quest’ultimo, edito a cura del CESVOL, 11esimo de “I quaderni del volontariato” che abbiamo presentato a Perugia alla galleria Tesori d’Arte del Complesso Monumentale S. Pietro il giorno 11 novembre e a Foligno il 19 all’ex Teatro Piermarini. Tutte le versioni in audiodescrizione/audiolettura (qui “Rottamiamo le barriere” http://www.cittaaccessibili.it/wp-content/uploads/2016/12/rottamiamo-le-barriere.mp3 )sono linkabili dal nostro sito e tramite QR-code dalle pubblicazioni stesse.

Per parte sua il Comune di Foligno, che ha visto nascere e ospita il Festival per le città accessibili con la delibera n 450 del 7 dicembre, consultabile a questo indirizzo http://web.comune.foligno.pg.it/AlboPretorio/atto/download-file.html?name=1482237618600__ATTO.pdf&id=141795 ha aderito a sua volta al progetto “Città accessibili a Tutti” sviluppato da INU e dall’Associazione Festival per le Città Accessibili e ha istituito un tavolo di lavoro per l’accessibilità con in particolare gli obbiettivi:

a) partecipazione al concorso Access City Award 2017

b) individuazione di un “modello di percorso turistico accessibile” nella città di Foligno (nell’ambito del tavolo di lavoro, già riunito 2 volte, è stata presa in esame l’ipotesi di configurare l’intervento come PEBA e in questo senso ha dato la sua disponibilità a collaborare anche l’architetto Fabrizio Vescovo)

c) applicare l’attività di ricerca sviluppata nel “Laboratorio Smart Cities Design” relativamente all’accessibilità urbana.

E un “paper” per la Biennale dello Spazio Pubblico potrebbe documentare il progetto “CCAR – CO2 for all – for word” http://www.ccar-co2.it/. Un veicolo elettrico con guida a comandi manuali, prevalentemente per uso fuoristrada immaginato per rendere accessibili a chi ha problemi/difficoltà motorie in particolare i percorsi naturalistici.

Con i suoi 2 (+ carrozzina) o 4 posti anche una persona anziana, ad esempio, può utilizzarlo per se, per una “passeggiata” con un nipote o accompagnato se questa è la necessità, magari in uno dei tanti itinerari religiosi/naturalistici dell’Umbria, ma anche lungo la passeggiata urbana/naturalistica/ lungo il fiume Topino.

Il progetto è frutto del lavoro degli Istituti ITT di Foligno, IIS di Assisi, IIS di Spoleto e si è concluso con una presentazione a Foligno a Palazzo Trinci il 13 dicembre.

Un progetto vincente, ha detto Rosa Smacchi dirigente dell’Istituto di Foligno che ha coordinato il progetto, vincente perché frutto di un lavoro di squadra.

Vincente, ha aggiunto chi scrive queste news nell’intervento a conclusione della presentazione, perché parte dall’impegno a dare pari opportunità alle persone più fragili.

E insieme agli auguri , magari per passare un’ora con bambine e bambini, un piccolo dono. Sono 5 fogli A4 da stampare su cartoncino. Accessibilità è conoscenza: le pubblicazioni realizzate dall’Associazione Festival per le Città Accessibili, ovvero taglia, ritaglia e incolla, 4 cubi, 5 immagini, 1 augurio & 1 gioco

https://issuu.com/folignobenecomune/docs/cubi_ca_jpg_aaa

Da quelli per le città accessibili e da chi scrive, Giorgio Raffaelli, buone feste!

https://youtu.be/K_9gIcpZvYM

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login

Lost your password?