SOLLEVARE LE CO(NO)SCENZE

SARÀ IL TEMPO
Siamo quasi al punto di svolta. Finalmente, consumata la tornata elettorale (fatti salvi eventuali convalescenze pro-ballottaggi) dopo quello delle chiacchiere sarà il tempo dei fatti.

PAROLE USATE…
Fedeli al nostro SOLD AUT delle parole praticato dall’inizio dell’anno, nel post precedente “Fare parole, parole per fare” http://www.cittaaccessibili.it/?p=2658 avevamo segnalato di aver adottato nella nostra pagina FB http://www.cittaaccessibili.it/?p=2658, la strategia di limitarci a “divulgare tra le tante parole quelle portanti di un giusto interesse, una buona notizia, un evento davvero inclusivo”.

Così nell’ultima settimana con i nostri potenti mezzi informatici abbiamo provato a misurare le parole che abbiamo condiviso: abbiamo scoperto di aver ri-lanciato mediamente 5,7 post al giorno con una variabile da 2 a 10.


…PAROLE BUONE!
Dunque, anche senza spenderne di nuove, non mancano parole buone nella prospettiva di luoghi e azioni come strumenti attivi di inclusione, e confermando il nostro proposito non solo vi aspettiamo su https://www.facebook.com/cittaaccessibili/ ma, anzi, rilanciamo.

TELEGRAM “PER LE CITTÀ ACCESSIBILI”
Abbiamo aperto in via sperimentale il canale Telegram “per le città accessibili” con l’impegno di segnalare appuntamenti e iniziative sulle tematiche dell’accessibilità .
Se ritenete l’iniziativa interessante vi invitiamo non solo a iscrivervi al canale Telegram “per le città accessibili” (non c’è nessun costo e vi arriveranno le segnalazioni/notizie come fosse una agenzia di stampa) ma anche di segnalarci le iniziative che vi vedono impegnati o che in questa ottica vorreste promuovere e segnalare.

UNA STORIA CHE TI… SOLLEVA!
Reduci dalle recenti (dis)avventure sanitarie, con i previsti 20 giorni di anticipo inviate via mail copie di documenti vari e assortiti compresa visita e certificazione del medico specifico, ieri una gentilissima vigilessa ci ha consegnato l’”Attestato per il voto presso il proprio domicilio”.

Sarà un voto doppiamente accessibile. Ci sta che dopo tutto il personale socio sanitario e infine la vigilessa, avremo modo di far scoprire e apprezzare anche al presidente di seggio e a chi lo accompagnerà, il nostro prezioso “Sollevatore a soffitto”…

…accessibilità è conoscenza!

Buon fine settimana!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login

Lost your password?