FARE PAROLE, PAROLE PER FARE

Ormai (ma è quasi eternamente) a ridosso di scadenze elettorali, frastornati dalla ridondanza di parole scritte e declamate senza peso come fossero i richiami di novelli cacciatori di consensi, all’inizio dell’anno abbiamo dichiarato il nostro “sold aut” delle parole.

Abbiamo smesso quasi totalmente la produzione di nostre per riprodurre e divulgare tra le tante quelle già scritte e già dette che via via ci sono sembrate portanti di un giusto interesse, una buona notizia, un evento davvero inclusivo.
Qua e là, sfogliando i nostri archivi e la nostra memoria, ne abbiamo (ri)trovate e (ri) proposte anche di nostre, parole già scritte in forma di paragrafi, inutile ricomporli diversamente, che come diceva Rosanna Benzi http://www.meltemieditore.it/catalogo/la-femme-machine/ su la rivista “gli Altri”, non siamo noi ad essere coerenti ma è la strada fatta sul nostro cammino che è davvero modesta.

Abbiamo utilizzato prevalentemente la pagina FB “Adotta una barriera e rendila accessibile a tutti”, pensiamo di continuare così fino a settembre e vi invitiamo, se vorrete, a tenervi in contatto con noi tramite https://www.facebook.com/cittaaccessibili/, gli algoritmi di FB che ci indicano contatti e condivisioni sembrano confermare che possa essere una scelta giusta e così nello stesso spirito abbiamo inviato ai sei candidati a sindaco della città di Foligno, in cui e di cui siamo partigiani perché sia città per le città accessibili, questa mail:

Siamo certi che come candidato a sindaco la sua volontà sia di mettere al centro le persone, sostenendo e promuovendo in particolare chi ha la voce più flebile e meno forze.
Ugualmente siamo certi della sua consapevolezza che la città, i suoi luoghi, le azioni, i servizi, che la comunità esprime e che lei potrà essere chiamato a deliberare e amministrare, sono strumenti formidabili perché le persone, che sono tutte diverse in abilità fisiche, sensoriali e relazionali, età, competenze e storie, possano accedere e avere uguali diritti.
Quindi come Associazione festival per le Città Accessibili piuttosto che sottoporle alcune domande nel merito del progetto della “vostra” città accessibile le chiediamo piuttosto di aiutarci ad articolare questa domanda alle altre cinque persone che come lei hanno immaginato di potere essere il primo cittadino o la prima cittadina di una Foligno città delle e per le persone.
Le chiederemmo di farci avere 6 domande da sottoporre ai candidati sindaci e insieme la disponibilità a partecipare ad un incontro che proveremo ad organizzare in cui ciascuno sarà invitato a rispondere alle domande formulate dai colleghi.

Giorgio Raffaelli, presidente Associazione Festival per le Città Accessibili”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login

Lost your password?