CON I PIEDI PER TERRA

Ancora un po’ stravolti dall’impegno della quinta edizione del Festival per le città accessibili a Foligno e quest’anno a Perugia, con la sede parzialmente invasa dai diversi materiali e manufatti degli allestimenti (ma già al lavoro per dare continuità ad alcune esperienze e amicizie preziose costruite in quei giorni) proviamo a compilare le (quasi) news per le città accessibili, edizione n. 43 del nostro terzo anno (editoriale) di vita.

Partiamo con la segnalazione che è disponibile in rete il video “La festa di compleanno” in lingua italiana (link). Si tratta di un cortometraggio (poco meno di 20 minuti), basato su una ricerca condotta dall’Università di Cardiff e frutto della collaborazione fra il governo del Galles, l’università e alcuni partner clinici, finanziato dal Social Research Council e dallo stesso governo del Galles.
Il cortometraggio descrive i segni dell’autismo riscontrati con manifestazioni assolutamente differenti tra di loro, in tre bambini a una festa di compleanno.
Scorrendo le immagini, legati come siamo alla nostra missione che appartiene più al contesto che all’area relazionale, ci è venuto naturale vedere quelle immagini osservando come i luoghi, la festa, gli spazi, il gioco, i giocattoli, ecc., sono o potrebbero essere più amici, friendly, nei confronti dei tre protagonisti. Sebbene la narrazione si svolga in un contesto famigliare, le immagini ci hanno fatto tornare alla mente la relazione al Festival del progetto “Gap reduce” per una città capace di essere più amichevole nei confronti delle persone autistiche, a cura del mirabolante staff di TaMaLaCà e in collaborazione con l’università di Sassari. Magari provate anche voi a vedere il cortometraggio con questo filtro e… fateci sapere.

Ma finito l’impegno Umbro il testimone dell’accessibilità passa nelle Marche, a Fermo, nell’ambito della quarta edizione di Riabita l’appuntamento da non perdere è con “Riabita accessibile” a cura del Cerpa (link). Molti e molto più che interessanti gli appuntamenti e le opportunità, qui il programma completo (link) .

E se a Roma nasce il Festival della Cultura Paralimpica, quattro giorni, da 20 al 23 novembre, di dibattiti, mostre, film, libri, storytelling, spettacoli “dedicati allo sport paralimpico e alla sua capacità di contagiare virtuosamente il costume e la società italiana” (link), altrove sembrerebbe che oltre i media, nel mondo reale, questa contaminazione segni decisamente il passo: “Quando sono salito sul podio con al collo la mia medaglia d’oro mi sono sentito libero. Ho cantato l’inno di Mameli a squarciagola. Poi ho pensato che in Italia, per un disabile in carrozzina come me è una sfida anche solo uscire di casa” (link)

A parlare è Vincenzo Boni, 30 anni, affetto dalla sindrome di Charcot Marie Tooth da quando aveva 6 anni, Ai campionati europei di Dublino di agosto è salito sul gradino più alto del podio in tutte e tre le gare a cui ha partecipato, in Italia, sono ancora parole sue, “Fino a pochi anni fa, quando partivamo per una competizione internazionale le persone in aeroporto ci guardavano, sorridevano e pensavano che stessimo andando a Lourdes

Forse per camminare in carrozzina nelle nostre città una soluzione potrebbe essere allenarsi allo skatpark che da quasi un mese è a Roma presso l’area riqualificata da Toyota Motor Italia, all’interno del Bunker di viale Kant (link)

E chiudiamo con una news in assoluto.
L’associazione e il festival per le città accessibili da sempre sono impegnati a concretamente in azioni per migliorare (dando anche un segnale e una traccia di lavoro) nella prospettiva di una migliore accessibilità della “nostra” città di Foligno.


Abbiamo stimolato uno staff di studenti nella realizzazione della “soglia rampante”, una soglia/gradino di ingresso per gli esercizi commerciali che si autoribalta e diventa una rampa, dopo il prototipo e le consuete promesse la cosa è rimasta lettera morta (tra l’altro mortificando la passione messa nel progetto dagli studenti).

Abbiamo accompagnato l’Amministrazione nell’acquisto di “Roll-a ramp”, una rampa arrotolabile (5 metri), utilizzabile anche a sezioni, consegnata e mai più uscita dai magazzini dell’ente pubblico.

 

Abbiamo acquistato e donato al Museo di Palazzo Trinci la riproduzione tattile (con audio guida) della Madonna di Foligno, non è segnalata all’ingresso del museo, nelle promozioni, ne in alcun modo in alcun luogo ed evento.

Insieme all’architetto Fabrizio Vescovo abbiamo regalato all’Amministrazione una ipotesi progettuale per un “PEBA 2.0” che non è andata oltre la citazione in un paio di delibere e infine realizzato, con le studentesse e gli studenti del Frezzi una mappa tattile del centro storico e una guida di Foligno in CAA che custodiamo (inoperose) presso la nostra sede…

Quest’anno, dopo aver per due anni sostenuto il progetto che ha permesso di proporla con grande successo al “concerto accessibile” del Young Jazz, abbiamo acquistato la Pedana Sensoriale, che permette di toccare la musica, i suoni e i rumori attraverso le vibrazioni.
Le associazioni, scuole, scuole di danza, musicali, terapisti, musico terapisti… che volessero sperimentarla e magari proporla possono contattarci (giorgio 335 5989802 info@cittaaccessibili.it)…
ma potete contattarci anche per un caraoche inclusivo, un vostro progetto, una festa davvero vibrante!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login

Lost your password?