2 x 2 = 26° NEWS PER LE CITTÀ ACCESSIBILI

GuidApp è un’applicazione che nasce dalla collaborazione tra la Camera di Commercio di
Alessandria, l’Università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro” e Abilitando.
Inizialmente è stata concepita e realizzata per la mostra “Alessandria Città delle Biciclette” che
si è svolta tra aprile e giugno 2016 in Alessandria (link).
Modulare e personalizzabile per ulteriori e diverse iniziative e situazioni, in pratica è un audioguida che accompagna nella visita di un percorso espositivo, descrive gli ambienti e ciò che è esposto, legge eventuali testi e orienta l’ascoltatore nella mobilità.
La versione 2.0 di GuidApp è il primo vero e proprio prodotto realizzato interamente grazie ad Abilitando”, dicono gli organizzatori dell’evento presentando la nuova edizione in Alessandria (link).
Ancora dalle parole degli organizzatori: “…abbiamo fissato la data per la prima settimana di ottobre, ma il cammino da qui ad allora sarà impegnativo… Fra le novità ci sarà anche la presenza dei FabLab, con uno spazio dedicato alle Università e a tutte quelle realtà che a vario livello si occupano di disabilità. Ad ospitarci sarà nuovamente il complesso di Santa Croce a Bosco Marengo”.
E quando sarà la volta di raggiungere Bosco Marengo magari potremo testare “Kimap” (link).
“Kimap” è il progetto per il quale la startup fiorentina “Kinoa” (link) si è classificata tra i vincitori della Tuscan Big Data Challenge: “la tecnologia al servizio della disabilità” (link).
In pratica attraverso un dispositivo incorporato negli ausili il sistema costruisce una mappatura partecipata delle barriere architettoniche che infine, utilizzando un’applicazione per smartphones, guida gli utenti attraverso gli stessi percorsi mappati. Oltre l’utilizzo per la mobilità personale Kimap potrebbe “aiutare” gli enti pubblici nell’individuazione delle barriere architettoniche e nello sviluppo di percorsi turistici.

All’Areoporto Internazionale di Capodichino a Napoli è stato inaugurato l’11 gennaio il servizio Bed and Boarding (link). “BenBo” è il primo capsule hotel d’Italia che consentirà ai viaggiatori di dormire comodamente in aeroporto usufruendo di piccole stanze private (link). E tra le 42 capsule (di cui alcune comunicanti) di 4 mq a forma di casette, due sono strutturate per persone con disabilità, come anche alcuni bagni (video) 
Non abbiamo trovato documentazione particolareggiate e ci auguriamo che l’accessibilità sia stata risolta in modo adeguato e magari preveda, tanto per dire, gli annunciati “multimedia touch screen con info voli e sveglia” fruibili in audio per le persone cieche e viceversa le comunicazioni audio in forma visuale per i sordi, ovvero che “la reception di questo originale hotel attiva 24 ore su 24 con personale multilingua….”… tra queste comprenda anche la LIS (Lingua Italiana dei Segni)

Nella nostra Umbria apprendiamo dai lanci di agenzia che l’assessore Fabio Paparelli ha presentato in questi giorni in Seconda Commissione il disegno di legge della Giunta sulla legislazione turistica regionale (link).
Nel merito dell’accessibilità sicuramente il documento si richiamerà alle norme di legge ma forse rispetto a questi aspetti il testo quantomeno non è così incisivo da meritarne citazione nelle agenzie della stessa regione. Ed è ancora nell’ambito dell’assemblea Umbra che il consigliere regionale Silvano Rometti ha annunciato la presentazione di una mozione che impegna la Giunta ad attivarsi con il Governo nazionale per chiedere il rifinanziamento del Fondo speciale per l’eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche negli edifici privati di cui all’articolo 10 della legge ’13/1989 (link)…

…e può essere che a palazzo Donini (link) sia arrivato l’eco dell’articolo che segnalava attese (tutt’ora senza prospettive di esito) di 7 anni, “rilanciate” nelle testimonianze dei lettori a 8 quasi 9 (link).
Sarà a Foligno venerdì 20 presso il Centro Studi il seminario “PUMS”, ovvero il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile come strumento per l’integrazione delle politiche urbane nella smart city. Dalle ore 9,00 alle 13,45, tra le relazioni introduttive “La mobilità urbana sostenibile e la “città accessibile a tutti”, il progetto Paese dell’INU” (link).

e se siete attori (o anche testimoni) di una “buona pratica”, un progetto, un’azione, un luogo, una strategia per le città accessibili a tutti avete ancora 41 giorni e 3000 battute per raccontarla, condividerla e disseminarla alla Biennale dello Spazio Pubblico a Roma, 25/27 maggio. Questo il link per scaricare il format per l’invio dei contributi. 

Foligno 18 gennaio 2017

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Login

Lost your password?